Misure vibrazioni


Lo Studio PC "Progettazione & Consulenza Globale Integrata" svolge la consulenza necessaria per  effettuare la valutazione della esposizione personale dei lavoratori alle vibrazioni meccaniche trasmesse al sistema mano-braccio e al corpo intero, mediante la consultazione delle specifiche banche dati e mediante l'esecuzione di misurazioni di vibrazioni con strumentazione certificata.

 

Ricordiamo che dal 06/10/2005 è in vigore il decreto D.Lgs. 187 del 19/08/2005 inerente le prescrizioni minime di sicurezza e di salute relative all'esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti da vibrazioni meccaniche in attuazione della direttiva 2002/44/CE. Tale decreto ha integrato il D.Lgs. 626/94, oggi sostituito dal D.Lgs. 81 / 2008 (Testo Unico per la Salute e Sicurezza sul Lavoro).

 

Il datore di lavoro deve effettuare la valutazione del rischio sulla base di misurazioni e/o di dati rilevati dai costruttori delle apparecchiatue e/o specifiche banche dati (applicando ove necessario adeguati fattori correttivi) ed attuare le azioni necessarie a seguito della valutazione.

Tali azioni possono riguardare, oltre alla adozione di idonee apparecchiature e di Dispositivi di Protezione Individuale, anche la informazione, la formazione e la sorveglianza sanitaria degli esposti secondo quanto stabilito dal decreto stesso. 

 

In particolare, per le vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio, è vietato il superamento del valore limite di esposizione A(8) = 5 m/s2.

Inoltre al superamento del livello di azione A(8) = 2,5 m/s2 il datore di lavoro deve elaborare e applicare un programma di misure tecniche o organizzative, volte a ridurre al minimo l'esposizione e i rischi che ne conseguono, considerando in particolare quanto segue:

 

altri metodi di lavoro che richiedono una minore esposizione a vibrazioni meccaniche;

 

la  scelta  di attrezzature di lavoro adeguate concepite nel rispetto  dei principi  ergonomici e che producono, tenuto conto del lavoro da svolgere, il minor livello possibile di vibrazioni;

 

la  fornitura  di attrezzature accessorie per ridurre i rischi di  lesioni  provocate  dalle vibrazioni, quali sedili che attenuano efficacemente  le vibrazioni  trasmesse al corpo intero e maniglie o guanti che attenuano la vibrazione trasmessa al sistema mano-braccio;

  adeguati  programmi  di manutenzione  delle  attrezzature di lavoro, del luogo di lavoro e dei sistemi sul luogo di lavoro;
  la  progettazione e l'organizzazione dei luoghi e dei posti di lavoro;
  l'adeguata  informazione  e formazione dei lavoratori sull'uso corretto e sicuro delle attrezzature di lavoro, in modo da ridurre al minimo la loro esposizione a vibrazioni meccaniche;
  la limitazione della durata e dell'intensità dell'esposizione;
  l'organizzazione di orari di lavoro appropriati, con adeguati periodi di riposo;
  la  fornitura, ai  lavoratori esposti, di indumenti per la protezione dal freddo e dall'umidità.

Se, nonostante le misure adottate, il valore limite di esposizione è stato superato, il datore di lavoro prende misure immediate per riportare l'esposizione al di sotto di tale valore, individua le cause del superamento e adatta di conseguenza le misure di protezione e prevenzione per evitare un nuovo superamento.

 

I tecnici competenti in vibrazioni dello Studio PC "Progettazione & Consulenza Globale Integrata"  svolgono consulenza e misure di vibrazioni in tutti i settori di attività con lavorazioni vibratorie, sia per enti pubblici, sia per attività private. 

 

Le aziende che in genere necessitano di effettuare la valutazione della esposizione professionale dei lavoratori con misure strumentali di vibrazioni sono in genere imprese edili, autotrasporti, industrie metalmeccaniche, fonderie, molature, sbavature, autofficine, gommisti e comunque tutte quelle attività per le quali si può ragionevolmente presumere una significativa esposizione degli addetti alle vibrazioni.

 

E' opportuno considerare che in genere le attività lavorative che comportano un impatto vibratorio per i lavoratori, comportano spesso anche un impatto acustico, che oltre ad interessare i lavoratori addetti può anche determinare un impatto sull'ambiente esterno. E' quindi necessaria una visione ed una competenza globale in materia di esposizione dei lavoratori a vibrazioni, rumore e impatto sull'esterno in modo che la  relativa documentazione obbligatoria sia coerente. Ad esempio, nelle relazioni di valutazione dei rischi di esposizione a rumore,  a vibrazioni e nella valutazione previsionale di impatto acustico esterno, i tempi di uso delle varie fonti rumorose  dovranno risultare coerenti tra loro.

 

Zone operative per i progettisti e consulenti dello Studio PC:

I consulenti ed i progettisti dello Studio PC  "Progettazione & Consulenza Globale Integrata"  operano principalmente in Toscana (specie a Firenze, Prato, Pistoia, Lucca, Pisa, Massa carrara, Livorno, Siena, Arezzo, Grosseto), Lombardia (specie a Milano, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio, Varese), Piemonte (specie a Torino, Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbano - Cusio - Ossola, Vercelli), Valle d'Aosta (specie ad Aosta), Trentino Alto Adige (specie a Trento e Bolzano), Friuli Venezia Giulia (specie a Trieste, Gorizia, Pordenone, Udine), Veneto (specie a Venezia, Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Verona, Vicenza), Emilia Romagna (specie a Bologna, Ferrara, Forli - Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini), Liguria (specie a Genova, Imperia, La Spezia, Savona), Umbria (specie a Perugia e Terni), Marche (specie ad Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino), Lazio (specie a Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo), Abruzzo (specie a L'Aquila, Chieti, Pescara, Teramo), Molise (specie a Campobasso, Isernia), Campania (specie a Napoli, Avellino, Benevento, Caserta, Salerno), Calabria (specie a Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia), Puglia (specie a Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto, Barletta - Andria - Trani), Basilicata (specie a Potenza, Matera), Sicilia (specie a Palermo, Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa, Trapani), Sardegna (specie a Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari, Carbonia - Iglesias, Medio Campidano, Ogliastra, Olbia - Tempio).

Sono state attivate e/o sono in corso di attivazione le parternerships per coprire tutto il territorio nazionale italiano. Lo Studio PC è disponibile a valutare la possibilità di svolgere la propria attività anche fuori dall'Italia.



Share/Bookmark